L'Asino e la luna copertina

LE ORIGINI

L’Asino e la Luna nasce nel maggio 2017 su un terreno di 4 ettari, tra il mare e il bosco delle campagne cervetrane.

Gli ideatori di questo progetto sono Manuela e Stefano, una coppia di ragazzi che 2 anni prima ha scelto di cambiare vita, lasciando la caotica Milano e una vita di aperitivi e centri commerciali, per un ritmo più lento, una natura quasi incontaminata e per prendersi cura di un pezzetto di terra e di tutti gli abitanti (animali e vegetali) che erano lì prima di loro e che sarebbero arrivati col tempo.

Hanno trascorso in questo luogo del tempo prezioso, per loro e per il progetto stesso, uomini e donne da tutto il mondo, amici, volontari, curiosi, partecipanti a corsi e ad eventi, ognuno dei quali ha preso e lasciato qualcosa.

In pochi anni la morfologia del luogo si è trasformata completamente: da essere un terreno incolto con qualche quercia e poche specie animali e vegetali, è diventato una culla di biodiversità: grazie alla permacultura, alla progettazione e a tutte le persone che hanno contribuito con le loro conoscenze e il loro lavoro, ora ci sono circa 400 nuovi alberi da frutto inseriti in un agroforesta di 5000 mq, una gestione dell’acqua con canali e stagni, un orto sinergico, piante spontanee e aromatiche, animali da fattoria che vivono in semi libertà, piccole zone di ospitalità spartane ma accoglienti.

Come le stagioni e la luna, anche questo luogo ha vissuto i suoi cicli, accettando ogni mutamento come dono, così come la comunità che ne ha fatto parte.

Il 2019 è stato l’anno del cambiamento: da progetto di ecovillaggio a centro esperienziale in permacultura, la partenza di Stefano e l’arrivo di Denia.

Ora L’Asino e la Luna è portato avanti da Manuela e Denia, che condividono gli spazi, il progetto, una grande amicizia, principi ed etiche:

  • Prenditi cura della Terra
  • Prenditi cura delle persone
  • Condividi equamente