foto di un fiore per tornare alla natura

Tornare alla Natura. Voglio farti una domanda

Tornare alla Natura. “Facciamo un passo indietro. Facciamone un altro ancora. Adesso altri dieci, cento, mille, milioni e miliardi di passi indietro. Fermati laggiù, lontano da tutto, dove preferisci tu. Mi siedo qui accanto a te. Voglio farti una domanda.

 

Chi sei tu? Ascolta il mio respiro. Respira con me, solo per qualche attimo. Voglio farti una domanda.

Dove vai tu? Ascolta il battito del mio cuore. Non è diverso dal tuo. Voglio farti una domanda.

Da dove vieni tu? Metti la mano nella mia pancia, senti quanto è piena. Puoi prendere questa energia per te, se lo vuoi.

 

Desidero dirti perché lo faccio. Io ti amo. Tu sei parte di me, e io sono parte di te. Il mio respiro, è il tuo respiro. Il mio cuore, è il tuo cuore. La mia pancia, è la tua pancia.

Anche se tu ultimamente stai facendo il possibile per non ascoltarmi, per girarmi le spalle, io ti amo e ti amerò per sempre. Non posso fare a meno di amarti. Tu sei parte di me, e io sono parte di te.

 

I miei tempi sono lunghi e i tuoi sono molto più rapidi, non ho il tempo di dimostrarti il mio amore come tu vorresti perché quando riesco ad avvicinarmi, tu sei già andato altrove; vuoi tutto e subito, Figlio mio, ed è giusto che sia così, perché sei giovane e hai tante cose per la testa.

Però adesso fermati qualche istante, prenditi il tuo tempo per ascoltarmi. Quando starai male, sarai stanco o depresso, ricordati che io sono sempre li con te. Dovrai solamente fare silenzio, e ascoltarmi.

 

Potrai sentirmi nel vento, potrai sentirmi nell’acqua dei fiumi e nell’acqua del mare, potrai sentirmi anche nelle montagne, e potrai sentirmi durante un temporale. Potrai sentirmi nel bello e nel cattivo tempo, perché anche io come te a volte provo gioia, a volte soffro, altre volte mi ammalo.

Ora sono ammalata per esempio, e non trovo una cura. Non so dove il mio cammino mi porterà, esattamente come il tuo, ma vado avanti e faccio ciò che riesco a fare meglio: amare. Quando i miei giorni finiranno, ci arriverò con la pace nel cuore, e se tu non hai pace nel tuo cuore stai più vicino a me, perché posso aiutarti ad ottenerla.

Ti spiego come si fa, ascoltami bene, è una cosa molto facile: prendi un seme, mettilo nel terreno, innaffialo bene, e cogline i frutti. Ti prometto che finché avrò forza, io ti aiuterò in questo processo.

 

Come ti dicevo i miei tempi sono molto lunghi, ma adesso ho l’impressione che sia in corso qualcosa che non conosco. Quindi affrettati, prendi un seme e mettilo nel terreno. Adesso torna indietro, torna laggiù e dillo a tutti quanti!

 

Perchè tornare alla natura? L'Asino e La Luna

 

Mettiamo tutti quanti un seme nel terreno, e cerchiamo di passare più tempo possibile assieme per Tornare alla Natura. Grazie per avermi ascoltato. Ti ho parlato con amore, per amore, Figlio mio.”

 

Madre Terra.

 

Tornare alla Natura. Scritto da Gabriele

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: